Aggiornamento settimanale: West Nile virus

Tra il 1 e il 7 Ottobre 2021, i paesi appartenenti all’unione europea (UE) e dello spazio economico europeo (SEE) riportano 9 casi umani di infezione da West Nile virus (WNV) e nessuna morte relazionata ad esso. I casi riportati sono 8 in Italia e 1 in Ungheria. I paesi confinanti con l’UE hanno segnalato 2 casi umani di infezione da WNV in Serbia (2) e nessun decesso correlato a infezioni da WNV.
Dall’inizio della stagione di trasmissione 2021 e al 7 ottobre 2021, i paesi UE/SEE hanno segnalato 132 casi umani di infezione da WNV in Grecia (54), Italia (52), Ungheria (7), Romania (7) , Spagna (6), Austria (3) e Germania (3) e 9 decessi in Grecia (7), Spagna (1) e Romania (1). I paesi confinanti con l’UE hanno segnalato 17 casi umani di infezione da WNV in Serbia (17) e 3 decessi in Serbia.
Durante l’attuale stagione di trasmissione, all’interno dei paesi segnalanti, sono stati segnalati casi umani di infezione da WNV da 45 diverse regioni NUTS 3 o GAUL 1, di cui le seguenti regioni hanno riportato per la prima volta casi umani di infezione da WNV: Spree-Neiße in Germania e La Spezia in Italia.
Dall’inizio della stagione di trasmissione 2021, sono stati segnalati 23 focolai tra equidi e 6 focolai tra uccelli dai paesi dell’UE/SEE. I focolai tra gli equidi sono stati segnalati da Germania (11), Spagna (9), Ungheria (2) e Francia (1). I focolai tra gli uccelli sono stati segnalati da Spagna (5) e Slovenia (1).

Visualizza la mappa interattiva

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *