AIM COST

L’obiettivo principale dell’azione Aedes Invasive Mosquito (AIM) COST è stabilire una rete internazionale di partner e istituzioni in tutta Europa per affrontare in modo adeguato la gestione del rischio di introduzione e diffusione di virus esotici invasivi trasmessi dalla zanzara Aedes.

Nelle aree tropicali, le zanzare Aedes causano ogni anno più di 100 milioni di casi di malattie virali, come dengue, febbre gialla, chikungunya e Zika e migliaia di morti. Con l’aumento del commercio e dei viaggi, diverse specie di Aedes sono state introdotte in Europa e si stanno ora diffondendo rapidamente diventando un significativo rischio per la salute pubblica che deve essere affrontato in modo efficace, come testimoniato dai recenti casi di chikungunya in Europa e trasmissione della dengue.

I rischi transfrontalieri richiedono un’efficace sorveglianza, valutazione del rischio e controllo dei vettori, con un’efficace diffusione di informazioni e orientamenti alle parti interessate, richiedendo la collaborazione tra i settori normativo, della ricerca, della salute pubblica, commerciale e della società civile su scala internazionale, nazionale e locale. Questo non sta accadendo. Nonostante la gamma di linee guida istituzionali disponibili, le attuali attività di mitigazione sono in gran parte non coordinate e implementate in modo frammentario a livello nazionale o locale, riducendo l’efficacia in termini di costi e l’impatto.

AIM COST ACTION costruirà una rete equilibrata dal punto di vista geografico rispetto ai settori interessati alle criticità relative a queste zanzare invasive. L’azione valuterà e rivedrà le attuali pratiche di sorveglianza, controllo e analisi, svilupperà linee guida e protocolli di buone pratiche per garantire la coerenza in tutta Europa. Faciliterà lo sviluppo di nuovi strumenti e identificherà temi di ricerca prioritari. Le raccomandazioni per standardizzare e semplificare l’analisi entomologica e spaziale promuoveranno valutazioni del rischio migliorate che sembrano essere necessarie per un targeting e una pianificazione affidabili. Gli elementi critici che massimizzano l’impatto saranno il coinvolgimento della società civile e della Citizen Science, nonché la divulgazione collaborativa che garantisce che i risultati tecnici e le linee guida siano personalizzati su diverse scale geografiche per ciascun gruppo delle parti interessate operative. Le lezioni apprese saranno trasferibili ad altre malattie trasmesse da vettori emergenti in tutto il mondo.